Vicolo Macallè 1 - 21052 Busto Arsizio (VA)
+39 338 5399571
info@zpweb.it

La Pubblicità online e gli annunci su Google: le varie tipologie di annuncio e come usarle

La Pubblicità online e gli annunci su Google: le varie tipologie di annuncio e come usarle

Annunci di ricerca, annunci display, video o per dispositivi mobili? Cosa sono e come interfacciarsi con i vari tipi di annunci per ottimizzare la pubblicità su Google?

Abbiamo già detto nel precedente articolo (che puoi trovare qui) quanto è importante farsi trovare online tra i primi risultati del motore di ricerca per aumentare i propri clienti. Abbiamo detto anche che, per raggiungere gli obiettivi di business, spesso tutti adoperiamo i cosiddetti “annunci” di Google, o campagne di sponsorizzazione Google Adwords: quegli annunci per i quali di solito quando gli utenti cliccano sul nostro link, Google ci applica il Costo per click.

Come ricorderete, negli annunci Google Ads le parole chiave possiedono un ruolo molto importante e devono essere più pertinenti possibile, ma non tutto dipende solo dalle parole chiave: è essenziale anche saper utilizzare la giusta tipologia di annunci di Google Adwords.

Anche il tipo di annuncio che vogliamo utilizzare incide quindi molto per raggiungere gli utenti che davvero sono interessati a noi. Ogni tipo di annuncio diverso verrà pubblicato da Google in sezioni diverse della sua homepage o dei suoi partner, e soprattutto verrà pubblicato con differenti modalità, che dipendono appunto dalla tipologia dell’annuncio!

Quale tipo dobbiamo allora utilizzare? Ecco, quelli previsti da Google Ads:

  • Nella maggior parte dei casi, quando parliamo di annunci Google, tutti pensiamo agli annunci di testo, o detti anche di ricerca: questi sono i classici link che compariranno quando i nostri potenziali clienti digiteranno nella barra di ricerca di Google o dei suoi partner e che verranno visualizzati propriamente come dice il termine sotto forma di annuncio di testo. Sono composti quindi da:
    • Un primo titolo
    • Un secondo titolo
    • Un terzo titolo
    • Una descrizione dettagliata
    • Il link finale all’url collegato all’annuncio

I titoli vengono visualizzati con caratteri più grandi rispetto alla descrizione, ma sia per il titolo sia per la descrizione, Google assegna un massimo di lettere da poter inserire, quindi dovremo imparare a costruire sia titoli che descrizioni chiari, diretti, semplici e contenenti le nostre parole chiave.

  • possiamo poi utilizzare i cosiddetti annunci “display”, ossia quelle campagne che verranno mostrate su tutta la rete Display di Google. Ma che cos’è la rete Display? Non è altro che un insieme di siti web, app e partner di Google che mettono a disposizione degli annunci una serie di spazi pubblicitari all’interno dei vari siti dove lo stesso annuncio verrà posizionato. Il tuo annuncio avrà quindi più possibilità di raggiungere gli utenti giusti!

Inoltre, in una campagna display avrai la possibilità di inserire titolo, descrizione, logo societario e l’immagine da associare a questo obiettivo pubblicitario.

  • per creare campagne di annunci ancora più coinvolgenti, puoi utilizzare poi i video. Anche per le campagne video, gli annunci verranno riprodotti sia su Youtube, sia su app che sui siti di partner video della rete Display di Google, prima, durante o dopo la trasmissione di un video.
  • le campagne Shopping rappresentano quegli annunci che mettono a contatto l’utente direttamente con i tuoi prodotti; vengono quindi caricate le schede prodotto che forniscono agli utenti tutte le caratteristiche dettagliate del prodotto stesso. Le campagne Shopping comprendono:
  • gli annunci Shopping prodotto, quelli che promuovono un prodotto singolo
  • gli annunci Shopping vetrina, quelli che promuovono vari prodotti correlati
  • una novità di Google rappresentano le campagne Smart, in cui i tuoi annunci sono progettati e ottimizzati direttamente e automaticamente da Google in pochi giorni sulla base dei comportamenti e delle conversioni:
    • gli annunci vengono creati automaticamente sulla base di titoli, loghi o immagini.
    • Il targeting viene costantemente ottimizzato per fare in modo che gli annunci vengano mostrati sui siti web della Rete Display che generano più conversioni.
  • Infine, esistono quelli annunci denominati “per dispositivi mobili”: quelle campagne che vengono mostrate solo sui dispositivi mobili, quali gli smartphone. Questi annunci possono essere visualizzati nella rete di ricerca di Google, nella rete Display e nei siti web dei partner di Google oppure nelle app. Inoltre, questi annunci possono essere annunci di solo testo, annunci con immagini, video, di sola chiamata o per app.

È importante quindi capire quale tipo di campagna dover creare per il proprio annuncio anche e soprattutto sulla base dell’obiettivo pubblicitario della campagna stessa (vendita, traffico, azione specifica, ecc). Per ogni obiettivo c’è sempre una tipologia di campagna Google da associare per sfruttarne le potenzialità al meglio!

Vuoi scoprirne di più? Contattaci e cercheremo di capire insieme a te cosa più ti caratterizza!