Vicolo Macallè 1 - 21052 Busto Arsizio (VA)
+39 338 5399571
info@zpweb.it

La Pubblicità Online: gli annunci su Google e l’utilizzo corretto delle Parole Chiave

La Pubblicità Online: gli annunci su Google e l’utilizzo corretto delle Parole Chiave

annunci-su-google-utilizzo-corretto-parole-chiave

A corrispondenza generica, esatta o inversa? Cosa sono e come interfacciarsi con le varie tipologie di parole chiave per ottimizzare il costo della pubblicità su Google?

Come abbiamo già detto nel precedente articolo, è importante nel mondo online farsi trovare tra i primi risultati del motore di ricerca per aumentare i fatturati. Spesso per raggiungere questo obiettivo, tutti adoperiamo i cosiddetti “annunci” di Google, o campagne di sponsorizzazione Google Adwords: quegli annunci che ci fanno raggiungere più velocemente più utenti, ma per i quali di solito quando gli utenti cliccano sul nostro annuncio, Google ci applica il CPC (Costo per click).

Come il sito web deve essere ottimizzato con le parole chiave SEO più ricercate e più pertinenti, anche negli annunci Google Ads le parole chiave possiedono un ruolo molto importante: anche dalle parole chiave dipende la segmentazione del pubblico da raggiungere con la nostra campagna.

È inutile raggiungere un numero infinito di persone se poi queste non sono quelle realmente interessate alla nostra offerta; le parole chiave devono essere usate quindi per raggiungere gli utenti che davvero sono interessati a noi e quindi far corrispondere al costo del click di questi utenti una più probabile vendita del nostro servizio o prodotto: è importante la qualità, ma non la quantità!

Quali parole chiave dobbiamo allora utilizzare? Google Ads prevede quindi quattro tipologie di parole chiave da utilizzare al meglio per ottimizzare i propri annunci:

  • Normalmente, la maggior parte di noi utilizza le parole chiave a corrispondenza generica: quelle che mostrano il nostro annuncio a qualsiasi query di ricerca degli utenti contenente la nostra parole chiave. Come potete immaginare, però, con queste parole chiave il nostro annuncio può essere mostrato per molteplici query di ricerca, e quindi anche a quegli utenti che poi forse non cercano proprio quello che offre il nostro annuncio, senza quindi farci raggiungere l’obiettivo di vendita (Esempio: se l’annuncio vuole pubblicizzare un ristorante dove la specialità è la pasta all’amatriciana e inserisci come keyword: “pasta all’amatriciana”, se l’utente ricerca “come fare la pasta all’amatriciana”, il tuo annuncio comparirà nei risultati, ma l’utente evidentemente non è interessato a prenotare un ristorante ma imparare a cucinarla).
  • con le parole chiave a corrispondenza a frase, la parole chiave abbinata non sarà più la singola parola ma l’intera frase e l’annuncio verrà mostrato quindi alle ricerche più pertinenti all’intera frase (Esempio: prendiamo sempre il nostro annuncio relativo al ristorante specializzato in pasta all’amatriciana, se utilizziamo come parola chiave “migliore ristorante pasta all’amatriciana” e l’utente ricerca “ristoranti pasta all’amatriciana”, il tuo annuncio comparirà in quanto pertinente, ma non si visualizzerà per le ricerche di “come cucinare la pasta all’amatriciana”).
  • per restringere ancora di più il cerchio, si può usare la corrispondenza esatta, ossia quelle parole chiave che mostrano il nostro annuncio esattamente alle query di ricerca identici alla nostra parola chiave (Esempio: nel nostro annuncio relativo al ristorante specializzato in pasta all’amatriciana, se utilizziamo come parola chiave “migliore ristorante pasta all’amatriciana”, l’annuncio verrà visualizzato a quelli utenti che cercano “migliori ristoranti pasta all’amatriciana”); sono ammessi però nella query di ricerca eventuali errori di ortografica, singolari/plurali o inversione di parole nella frase (l’annuncio comparirà anche per “ristorante pasta amatriciana migliore”).
  • l’ultima tipologia di parole chiave possibili sono quelle a corrispondenza inversa, quelle che si vogliono escludere dalla query di ricerca (Esempio: per pubblicizzare il nostro migliore ristorante di pasta all’amatriciana e utilizzo come parola chiave inversa “cucinare” o “cucinare pasta amatriciana”, il nostro annuncio non verrà mostrato a chi scrive “cucinare pasta all’amatriciana”).

È importante saper utilizzare parole chiave più specifiche rispetto a quelle generiche, non solo per mostrare l’annuncio alle persone veramente interessante come abbiamo visto poco fa, anche per concentrarsi sulle parole meno ripetute e richieste dalla concorrenza; le parole molto concorrenziali sono anche molto costose su Google. E’ preferibile quindi creare annunci con parole chiave più dettagliate rispetto al nostro servizio che parole chiave singole o generiche (Esempio: per il ristorante specializzato in pasta all’amatriciana, sicuramente non dovrà essere utilizzata la keyword generica “pasta”, ma dovranno essere utilizzare parole chiave che dettaglino la specializzazione e il servizio che il ristorante offre).

In sintesi, le parole chiave da utilizzare devono racchiudere una buona dose delle seguenti caratteristiche:

  1. ALTA FREQUENZA di ricerca degli utenti
  2. ALTA PERTINENZA con l’obiettivo del tuo annuncio
  3. BASSA CONCORRENZA con chi utilizza la parola chiave

Pensi ancora che il costo della tua pubblicità online sia ottimizzato con i risultati che potresti raggiungere? Contattaci per approfondire l’argomento con noi!